Stampa
Categoria: Per le imprese

 

Il messaggio dai Centri Europe Direct d'Italia per evitare raggiri

 

consulenza aziendaleSono tante le segnalazioni di tentata (o avvenuta) truffa che, negli ultimi mesi, sono state inviate ai Centri Europe Direct italiani: la rete dei centri territoriali di informazione su tematiche europee, dedicata ai cittadini dell'Ue.

 

In particolare, si tratta di finti professionisti nella ricerca di finanziamenti europei per le imprese, che offrono consulenza per lo sviluppo di progetti europei in cambio di denaro. Le cifre richieste (che oscillano dalle centinaia alle migliaia di euro) vengono giustificate assicurando di riuscire ad ottenere finanziamenti dalla Commissione Europea, anche per spese già effettuate e progetti già attuati.

Dopo l'erogazione dei pagamenti per il servizio di consulenza, questi finti specialisti si rendono irreperibili, rendendo quindi vano lo sforzo economico effettuato dall'azienda. 

Si consiglia, quindi, di prestare molta attenzione nei confronti di personaggi di questo tipo, ricordando che esistono strutture istituzionali in grado di indirizzare verso servizi di consulenza reali. Si consiglia, inoltre, di diffidare di chi garantisce al 100% l'accesso a fondi comunitari, specie se retroattivi (possibilità non contemplata come tipologia di finanziamenti comunitari). Al contrario, l'erogazione di fondi comunitari è vincolata alla partecipazione a specifici bandi, da effettuare attenendosi ai vari criteri previsti (ad esempio la redazione di progetti in lingua inglese e l'attivazione di partnership anche transnazionali).

IL VADEMECUM DEL CENTRO EUROPE DIRECT DI FIRENZE

prendi notaNel caso in cui vengano offerti servizi di consulenza sospetti, quindi, il Centro Europe Direct di Firenze (info desk territoriale) consiglia di:

- cercare di ottenere la maggior quantità possibile di informazioni sulla società e sullo specifico programma di finanziamento proposto e fare le opportune verifiche;

- non sborsare le cifre richieste, anche se modeste;

- segnalare l’accaduto ai Centri Europe Direct presenti sul territorio o agli Uffici della Rappresentanza della Commissione europea, inoltrando eventualmente la documentazione di proposta ricevuta;

- vautare la possiblità di sporgere denuncia alle autorità competenti.


FONTE: EUROPE DIRECT FIRENZE