Contenuto principale

Fino a maggio, continua il ciclo di seminari organizzati da Unifi e dedicato al settore tessile e manifatturiero

modaContinua il ciclo di seminari dal titolo “Digitalizzazione e multicultura nel made in italy”, organizzato dal Corso di Laurea in Economia Aziendale - Indirizzo Management Internazionalizzazione e Qualità dell'Università degli Studi di Firenze per un totale di 5 appuntamenti, che si terranno tra la sede de Polo Universitario di Prato (piazza Ciardi), il Museo del Tessuto (via Puccetti 3) e la Camera di Commercio di Prato (via del Romito).


A curare le lezioni sarà Daniela Toccafondi, insieme a vari operatori del settore che si alterneranno nelle varie giornate.

Dopo il primo incontro a tema "Fare impresa", che si è tenuto il 7 aprile, e quello del 19 aprile sulla produzione di nicchia nella moda, i prossimi incontri sono fissati per le giornate del 28 aprile, del 10 maggio e del 19 maggio.

Nel dettaglio, il 28 aprile (ore 10-13) il Polo Universitario di Prato ospiterà l'incontro dal titolo "L'artigiano nella moda e la comunicazione della filiera". Per l'occasione saranno presentate le esperienze di Federmoda, Fashion Contest e AltaRoma. Inoltre, si parlerà anche di internazionalizzazione di prodotti italiani nel mondo e della ricerca di nuovi mercati. Sarà presente anche Antonio Franceschini, responsabile nazionale Cna Federmoda.

Mercoledì 10 maggio, invece,  l'appuntamento è in via del Romito, nei locali della Camera di Commercio di Prato, dove dalle 12,30 alle 15 è fissata la conferenza dal titolo "Dal rapporto fiduciario al libero mercato. L'emersione di nuovi fashion brands": un modo per illustrare l'approccio innovativo di alcuni giovani operatori della moda europea e presentare il caso Sqetch (www.sqetch.co), la community online che permette l'incontro tra piccoli brand e operatori del settore manifatturiero.

Venerdì 19 maggio si torna al Polo Universitario di Prato dove, dalle 10 alle 13, il tema da affrontare sarà quello del "Futuro digitale, la forza della comunicazione per le città e i settori". Parteciperà all'incontro Giacomo Biraghi, specialista nella gestione strategica dei progetti territoriali e  digital e media PR - Expo2015, che racconterà la sua esperienza. Oltre a Expo 2015, si racconterà anche l'esperienza di Secolo urbano (www.secolourbano.com): un'associazione composta da circa 100 professionisti, tra economisti, designer, esperti di policy, comunicazione ed eventi, appassionati di città e di contersti urbani.

pubblicato il 19/04/2017